Chiesa del SS. Rosario

La Chiesa del SS. Rosario, edificata sul luogo dove esisteva l’originaria e omonima fabbrica religiosa, è stata costruita nel 1711 grazie al contributo finanziario del sac. Antonino Miceli. E’ conosciuta per le sue decorazioni barocche, le statue e  gli stucchi che sbalordiscono i visitatori, caratteristica comune a tutte le architetture del XVII e  XVIII sec..

chiesa-san-giuseppe-favara - Copia copia

Adiacente al castello Chiaramontano, presenta una facciata a capanna; il campanile e il portale d’ingresso sono in pietra calcarea e il suo ingresso principale è sulla piazza Cavour. Nel corso degli anni, la chiesa del SS. Rosario ha subito alcuni interventi che hanno modificato il suo aspetto originario, come l’ingresso laterale che collega alla cripta, scoperta recentemente, dove sono state rinvenute delle botole in pietra lavorata.

L’impianto della chiesa è ad un’unica navata a sviluppo longitudinale, a cui segue il presbiterio quadrangolare. Alla semplicità in pianta, si contrappone l’apparato decorativo delle pareti della navata e del presbiterio: Putti, ghirlande, elementi floreali e geometrici, nicchie con statue in stucco dorato. Di notevole e pregiata fattura, è il soffitto a cassettoni con pitture sui pannelli lignei che raffigurano diversi santi.

La Chiesa del SS. Rosario è comunemente conosciuta come Chiesa di San Giuseppe, perché al suo interno si conserva la statua del Santo al quale i favaresi sono particolarmente affezionati. Infatti, a San Giuseppe sono legati particolari tradizioni e feste come la “minestra di san Giuseppe” preparata con diversi tipi di pasta, verdure e ortaggi.

 

Bibliografia e sitografia:

C. ANTINORO, www.favara.biz

F. SCIARA, Favara guida storica e artistica, Agrigento 1997.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *